Il progresso nel campo tecnologico, la razionalizzazione delle risorse economiche, e una nuova figura di paziente sempre più consapevole impongono oggi una maggiore attenzione alla qualità e all’efficienza dell’assistenza sanitaria fornita.
Sebbene il raggiungimento di standard qualitativi sia regolamentato da apposite leggi e norme nazionali e internazionali, la gestione di una struttura che fa dell’attenzione per il paziente/utente e della qualità del servizio fornito il suo punto di forza, ha dato una forte spinta verso la riorganizzazione delle aziende sanitarie, dando impulso ad un modello gestionale di riferimento basato sullo standard internazionale ISO 9001.

Un efficace Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) per l’Azienda Sanitaria mette in pratica i principi basilari della ISO 9001, garantendo il rispetto dei requisiti legislativi nazionali e regionali, integrando e coordinando le indicazioni cliniche delle Società Scientifiche (Good Clinical Practise) e gli eventuali programmi di accreditamento professionale e di miglioramento della qualità.
In questo senso la qualità assume un valore multidisciplinare, perché oltre alla qualità percepita dal paziente/utente, bisogna considerare la qualità strutturale intesa non solo come l’adeguatezza degli spazi e dei servizi di accoglienza ma anche come innovazione tecnologica e/o strumentale e competenza e professionalità del personale. A questi aspetti si aggiunge, poi, la qualità organizzativa e gestionale.

In buona sostanza, una struttura sanitaria che sviluppi e mantenga nel tempo un SGQ efficace in accordo alla norma ISO 9001, va ben al di là degli obblighi di legge perché costruisce un modello organizzativo ottimale, capace di garantire il livello di qualità del servizio erogato. Va, inoltre, ricordato che la certificazione del proprio SGQ, da parte di un Organismo di Certificazione Accreditato, è, per un’azienda, un processo del tutto volontario.

Volendo semplificare, un efficace SGQ impone la rilevazione sistematica degli eventi indesiderati (non conformità) e l’adozione di opportune azioni correttive; la definizione di linee guida e standard tecnici, organizzativi e strutturali; il monitoraggio della soddisfazione del cliente/utente, al fine di misurare, valutare e migliorare (se necessario) la qualità dei servizi/prestazioni erogati.
Ciò viene raggiunto mediante l’individuazione di indicatori chiave, sia manageriali che clinici. Tali indicatori, distinti in indicatori di processo, struttura e risultato, devono poter misurare il livello della prestazione effettuata e l’efficienza dei servizi offerti in termini di efficacia e appropriatezza delle cure sanitarie erogate, delle strumentazioni utilizzate, della formazione e competenza del personale. Tali indicatori, inoltre, devono essere affidabili, riproducibili, sensibili, specifici e misurabili, devono essere associati ad un valore soglia o ad uno standard di riferimento, affinché sia possibile verificare e, se occorre, intervenire sul sistema.

In un’ottica di miglioramento continuo, anche Alma Res ha deciso di intraprendere il percorso verso la Qualità, istituendo all’interno della sua organizzazione, un Sistema di Gestione per la Qualità conforme ai requisiti previsti dalla Norma UNI EN ISO 9001:2015.

sala riunioniLa dott.ssa Ilaria Listorti è la responsabile del sistema di gestione della qualità ma il nostro impegno si manifesta mediante il coinvolgimento di tutte le risorse e la continua verifica dei bisogni dei pazienti, per assicurare azioni e attività professionali dirette a soddisfare tali necessità in conformità ai seguenti principi:

  • Fornire prestazioni che soddisfino pienamente le richieste e le attese dei pazienti;
  • Assicurare il miglioramento continuo della qualità e quindi il miglioramento del livello di soddisfazione del Cliente;
  • Rilevare, misurare e diffondere i dati relativi alla qualità;
  • Garantire il costante aggiornamento delle risorse. Le risorse che operano nella nostra organizzazione sono, infatti, il nostro elemento caratterizzante che, attraverso il miglioramento, diventano fonte di creatività e di vantaggio competitivo.

In conclusione, un sistema sanitario efficace non può prescindere dalla verifica continua della qualità dell’assistenza e del servizio erogato, da un processo di accreditamento volontario e da un forte impegno da parte della direzione nel fare della qualità una mission aziendale da condividere a tutti i livelli.