Almares Preloader

Spermiogramma

Cos’è lo spermiogramma?

Si tratta di una tecnica di micromanipolazione e iniezione intracitoplasmatica degli spermatozoi. Nella valutazione di una coppia infertile è di fondamentale importanza conoscere, oltre lo stato di fertilità femminile, le caratteristiche del liquido seminale. Infatti, quando il numero degli spermatozoi, la loro motilità o morfologia appaiono particolarmente compromesse, si riducono drasticamente le possibilità di un concepimento spontaneo e può rendersi necessario ricorrere alle tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita che permettono di superare l’incapacità degli spermatozoi di fecondare spontaneamente l’ovocita.

Lo spermiogramma, ovvero l’esame dei parametri del liquido seminale (numero, motilità e morfologia degli spermatozoi) rappresenta l’indagine di primo livello nella valutazione della fertilità maschile e, quando alterato, permette di guidare successive eventuali indagini di secondo livello.

Per una corretta esecuzione laboratoristica dell’esame del liquido seminale è fondamentale standardizzare delle precise norme di raccolta e consegna:

  • è necessario che al momento della raccolta siano trascorsi da 2 a 5 giorni dall’ultimo rapporto sessuale o dall’ultima eiaculazione;
  • il campione deve essere consegnato entro 60 minuti dall’eiaculazione e conservato a temperatura costante tra 20°C e 37° C, per evitare escursioni termiche che potrebbero deteriorare la qualità del liquido seminale, quando non prodotto direttamente nel laboratorio in cui verrà analizzato;
  • è fondamentale accertarsi che nella raccolta non siano state perse parti dell’eiaculato ed in particolare nella prima frazione, essendo in questa contenuta la maggior quantità di spermatozoi; nel caso in cui si verificasse tale condizione sarebbe opportuno comunicarlo ai biologi addetti all’esame.

Spermiogramma Esame Diagnostico per Lui

Per la necessità di standardizzare la valutazione del campione è oggi impiegato il manuale della World Health Organization del (WHO) nell’edizione del 2010: studiando una coorte di uomini sani con un time-to-pregnancy inferiore ai 12 mesi sono stati stabiliti i valori di riferimento considerati come requisiti di normalità dei parametri seminali.

L’esame del liquido seminale comprende la valutazione di parametri macroscopici e microscopici dell’eiaculato. Per quanto riguarda i parametri macroscopici vanno considerate le caratteristiche di aspetto, viscosità e fluidificazione del liquido seminale oltre al volume di eiaculato ed il pH seminale.

L’esame microscopico studia la concentrazione nemaspermica, il numero totale di spermatozoi per eiaculato, la percentuale di motilità differenziata per tipo ed, infine, la morfologia nemaspermica.
Viene, infine, valutata la componente cellulare non nemaspermica, costituita da leucociti, cellule della linea spermatica, cellule epiteliali, globuli rossi, zone di spermioagglutinazione, corpuscoli prostatici.

VALORI DI RIFERIMENTO DEI PARAMETRI SEMINALI

Volumi seminali

≥ 1.5 ml

pH

≥ 7.2

Concentrazione spermatozoi (milioni/ml)

≥ 15x 106

Numero totale spermatozoi/eiaculato (milioni)

≥ 39x 106

Motilità (%)

≥ 4%

Morfologia (%)

≥ 4%

Vitalità (%)

≥ 58%

Leucociti

< 1x 106 /ml

In base ai parametri sopra indicati è possibile classificare il liquido seminale in:

Normozoospermia

Normalità dei parametri seminali

Oligozoospermia

Concentrazione spermatica < 15 x 106/ml o numero totale di spermatozoi nell’eiaculato < 39 x 106

Astenozoospermia

< 32% di spermatozoi con motilità progressiva

Teratozoospermia

< 4% di spermatozoi con morfologia normale

Oligo-asteno-teratozoospermia

Alterazione del numero, della motilità e della morfologia degli spermatozoi

Oligo-teratozoospermia

Alterazione del numero e della morfologia degli spermatozoi

Oligo-astenozoospermia

Alterazione del numero e della motilità degli spermatozoi

Asteno-teratozoospermia

Alterazione della motilità e della morfologia deglispermatozoi

Criptozoospermia

Assenza di spermatozoi nel’eiaculato, ma presenza di cellule spermatiche dopo centrifugazione

Necrozoospermia

< 58% di vitalità spermatica

Azoospermia

Assenza di spermatozoi nell’eiaculato anche dopo centrifugazione

Aspermia

Assenza di eiaculato

Per una corretta valutazione dell’esame seminale è necessario ricordare che non sempre alterazioni dei parametri seminali riflettono condizioni patologiche, potendo essere anche espressione della fisiologica variabilità nelle caratteristiche seminali di uno stesso soggetto o conseguenza di errori nella modalità di raccolta, trasporto o valutazione del campione seminale.

In particolare un periodo di astinenza troppo breve (7 giorni) può alterare la morfologia e la motilità degli spermatozoi.
Inoltre è opportuno indagare la presenza nei tre mesi precedenti l’esame seminale di febbre, terapie farmacologiche o eventi stressanti, in grado di alterare transitoriamente i parametri seminali.

Lo spermiogramma è un esame altamente operatore-dipendente ed è, quindi, fondamentale che venga eseguito da biologi esperti.

Test Spermiogramma

 

 

Scarica la Guida
"Approccio all'infertilità"

Risolvi tutti i dubbi e scopri i rimedi possibili all'infertilità

Richiesta inviata con successo
Errore invio richiesta, controlla i campi e riprovare
Invio in corso...